Considerando che la Red Bull, come tutte le altre bevande “energetiche” in commercio, sono piene di sostanze chimiche, vi proponiamo di realizzare la vostra energy drink basata su prodotti naturali al 100%!

Approfondiamo prima le caratteristiche di una bevanda energetica

Conosciute anche come energy drink, le bevande energetiche sono prodotti contenenti sostanze stimolanti sul sistema nervoso, la cui assunzione consente di fornire energia al consumatore. I loro principali componenti sono caffeina, taurina e vitamine del gruppo B, oltre a una notevole concentrazione di glucosio che rappresenta la principale fonte energetica alimentare. Il più famoso marchio che realizza questi preparati è sicuramente Red Bull, che dagli inizi degli anni 2000 si è progressivamente diffuso sul mercato, arrivando a diventare un vero e proprio simbolo degli energy drink.

Non essendo disponibile una specifica regolamentazione riguardo ai componenti e ai dosaggi delle sostanze utilizzate nella formulazione di tali bevande, attualmente non esiste una formula-base.

Tuttavia gli ingredienti principali, oltre ai già citati glucosio, taurina, caffeina e vitamine del gruppo B, comprendono anche carnitina, maltodestrina, inositolo e creatina a cui spesso si aggiungono principi attivi vegetali tra cui ginseng, guaranà e ginko bibloba.

Si tratta di mix estremamente validi per aumentare le prestazioni sia fisiche sia psicologiche dei consumatori che comunque non devono abusarne per evitare sgradevoli effetti collaterali causati da sovradosaggio.



È molto importante inoltre non assumere queste sostanze in associazione con gli alcolici dato che le prime svolgono un’azione eccitante, mentre i secondi si comportano da depressivi a livello del sistema nervoso centrale.

Analizzando i componenti della famosa Red Bull, si nota che sono di vario genere, e precisamente:
• glucidi (saccarosio e glucosio);
• caffeina;
• taurina;
• inositolo;
• glucoronolattone;
• vitamine del gruppo B (B6, B12, acido pantotenico e niacina);
• citrato di sodio e acido citrico;
• carbonato di magnesio;
• coloranti;
• acqua.

Grazie alla miscela di tali composti, la bevanda è in grado di svolgere un’attività di tonico-energizzante per le prestazioni fisiche (maggiore forza muscolare e più lento affaticamento durante qualsiasi genere di lavoro) e per quelle psichiche (migliore concentrazione e livello di attenzione).

Occorrono circa 10 minuti per consentire alla bevanda di entrare in circolo e rilasciare le molecole di cui è composta, che agiscono facendo aumentare il battito cardiaco e la pressione arteriosa. Dopo circa 45 minuti il soggetto avverte un potenziamento delle facoltà mentali, con maggiore attenzione e capacità di concentrarsi. Dopo 1 ora il livello degli zuccheri è ancora elevato e di conseguenza la quantità di energia fornita è alta.

Lo smaltimento degli effetti causati dalla Red Bull si completa solitamente nel giro di 12 ore.

Come preparare una bevanda energetica fai da te

Esistono delle opzioni alternative a questo prodotto, che si possono realizzare impiegando componenti naturali per ottenere un’efficace bevanda energetica fatta in casa. Con una preparazione del genere è possibile eliminare del tutto le sostanze chimiche, il cui abuso può rivelarsi dannoso per la salute. È risaputo che in natura, e soprattutto nel regno vegetale, sono disponibili numerosi principi attivi contenuti nelle piante, capaci di garantire effetti particolarmente benefici per l’organismo.

Inoltre, trattandosi di sostanze biologiche, vengono tollerate benissimo dal corpo che le riconosce affini in quanto non derivanti da sintesi chimiche.

Proprio per questo motivo un energy drink fatto in casa, oltre a non causare nessun effetto avverso, si rivela efficace come la Red Bull, ma 10 volte più sano e quindi salutare.

È possibile preparare un prodotto energetico fatto in casa utilizzando i seguenti costituenti:
• 4 pezzi da 6 centimetri di zenzero fresco;
• 4 limoni;
• 4 cucchiai di miele;
• 6 centimetri di curcuma fresca;
• 1 litro di acqua minerale.

La preparazione di questa bevanda energetica prevede un iniziale lavaggio di curcuma e zenzero che successivamente devono essere tagliati a fettine molto sottili per poi unirli al succo spremuto dei 4 limoni.
Servendosi di un frullatore è poi necessario miscelare questi ingredienti con il miele e l’acqua minerale, fino ad ottenere un liquido omogeneo che deve essere filtrato.
La bevanda risultante deve essere posta in frigorifero poiché è consigliabile consumarla fresca, bevendone un bicchiere in 24 ore a cicli di 3 giorni.

Come si può notare, gli ingredienti di questo energy drink domestico sono soltanto 4 e tutti di origine naturale, e precisamente:
• miele;
• zenzero;
• curcuma;
• limone.

Proprietà degli ingredienti di una salutare bevanda energetica

1. Miele

Derivante dalla trasformazione effettuata dalle api del nettare dei fiori miscelato con alcune escrezioni organiche, il miele è una sostanza naturale ricchissima di elementi benefici per l’organismo.

Si tratta di un prodotto estremamente calorico dato che 100 grammi contengono 300 kcal, derivanti quasi esclusivamente alla presenza di zuccheri semplici.

Dal punto di vista nutrizionale esso contiene anche vitamine del gruppo B, vitamina C (acido ascorbico), ferro e magnesio.

Grazie alla sua elevata digeribilità, viene assimilato velocemente a livello intestinale e i suoi componenti entrano in circolo con grande rapidità e possono quindi svolgere la benefica azione che lo caratterizza.

Uno dei principali effetti che svolge è di aumentare la potenza fisica delle fibre muscolari, garantendo anche una maggiore resistenza agli sforzi prolungati.

A livello dell’apparato cardio-vascolare, il miele offre l’opportunità di migliorare la funzione del miocardio (azione cardiotropa), mantenendo comunque la pressione arteriosa entro valori fisiologici.

Oltre a ottimizzare la funzionalità renale e disintossicante del fegato, questo cibo portentoso contribuisce a migliorare il benessere globale dell’organismo.

2. Zenzero

Lo zenzero è una radice commestibile a forma di tubero che può essere consumato sia fresco (tagliato a fettine sottilissime) sia secco (polverizzato e sotto forma di integratori).

I suoi principi attivi fanno parte di:
• gingeroli;
• zingerone;
• shogaoli;
• olio essenziale a base di zingiberene;
• monoterpeni.

Considerato a tutti gli effetti una spezia calda, lo zenzero è in grado di stimolare efficacemente il metabolismo accelerando il consumo dei grassi in eccesso (lipolisi) e dunque fornendo una notevole quantità di energia di pronto intervento.

Oltre a moltissime altre proprietà, questa radice garantisce una progressiva depurazione del corpo in quanto consente di eliminare le tossine endogene; associando a tale attività detox anche il suo potere energizzante, è facile capire quale possa essere la sua efficacia.

Grazie al suo effetto termogenico, il vegetale viene considerato tra i più efficaci energizzanti naturali, anche tenendo conto che le conseguenze derivanti da un costante impiego del tubero fresco sono piuttosto immediate.

Da tempo sono note le sue proprietà contro fatica e spossatezza, soprattutto derivanti da sforzi fisici oppure da attività sportiva di un certo livello.

Il segreto è quello di associare lo zenzero al limone, poiché le proprietà antiossidanti dell’agrume sono in grado di potenziare quelle stimolanti del vegetale.




3. Curcuma

La curcuma è un rizoma tuberizzato dall’aspetto irregolare che si sviluppa sotto terra rispetto al fusto di tipo erbaceo della pianta.

Il principio attivo da cui dipendono le innumerevoli proprietà benefiche della curcuma è la curcumina, una molecola presente in concentrazioni piuttosto elevate nel rizoma.

Si tratta di una sostanza dal sapore amarognolo e leggermente piccante, simile a quello della senape, che rende questa spezia inconfondibile.
I componenti biochimici della curcuma sono conosciuti come curcuminoidi, a cui sono riconducibili tutte le funzioni del tubero fresco oppure polverizzato.

Per sfruttare al massimo le sue capacità energizzanti è necessario utilizzare curcuma fresca e tagliata a fettine sottilissime, che trovano largo impiego insieme a quelle di zenzero.

Infatti i principi attivi di entrambi i vegetali si potenziano vicendevolmente, contribuendo a realizzare un’azione sinergica molto favorevole sia sul potenziamento della forza muscolare sia sulla resistenza agli sforzi.

Analogamente allo zenzero, anche la radice di curcuma svolge una notevole azione depurativa a livello delle cellule epatiche e consente quindi di migliorare il metabolismo globale.

4. Limone

Grazie al suo elevato contenuto vitaminico (prevalentemente a base di acido ascorbico) e al basso contenuto calorico, il limone trova largo impiego sia per usi gastronomici sia fitoterapici.

La notevole percentuale di potassio e di antiossidanti rende questo alimento la scelta ideale per depurare l’organismo dalle tossine accumulate e per contribuire ad accelerare i processi metabolici.

L’alta quantità di acido citrico fortemente alcalinizzante è responsabile dell’azione detox del limone che, associato a zenzero e curcuma, consente di potenziare i suoi effetti benefici.

Grazie alla presenza di vari citro-flavonoidi, questo agrume (in misura maggiore rispetto ad arancia e pompelmo) elimina i radicali liberi circolanti e quindi migliora le prestazioni funzionali di tutto il corpo.

L’azione sinergica dei componenti della bevanda energizzante fatta in casa viene potenziata al massimo proprio dal succo di limone, la cui azione stimolante sugli enzimi si conferma indispensabile per aumentare la resistenza e la forza muscolare.

Oltre ad essere benefico dal punto di vista organico, il succo di limone rende molto gradevole il sapore della bevanda, che può essere consumata tranquillamente senza nessuna controindicazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi